Dal 21 al 25 maggio 2018 si è svolto a Palermo il Training Course (TC1) del progetto
europeo (Erasmus+ KA2) “European Network for Social Inclusion – ENSI”,
organizzato dal Coordinatore del progetto People Help the People, in collaborazione
con il Centro delle Culture Internazionale UBUNTU.
Hanno partecipato 33 persone tra genitori, educatori, animatori sociali, volontari di
organizzazioni che lavorano per l’inclusione dei bambini e adolescenti con difficoltà
dell’apprendimento, provenienti da ogni paese partner.
Qui di seguito alcuni feedback dei partecipanti:

image1“Sono Ivo della Bulgaria. E’ stato meraviglioso incontrare persone
provenienti da diversi paesi, che lavorano nei servizi sociali come me. Il progetto ENSI ed il Training Course C1 mi hanno aiutato a conoscere la situazione negli altri paesi, mi hanno dato prospettive diverse. Mi ha suggerito riflessioni su molte cose sotto un diverso punto di vista sulla vita dei rifugiati in Europa al di fuori dei campi profughi. ENSI mi ha aiutato a sviluppare una maggiore sensibilità verso i migranti.
La formazione mi ha dato molte idee per le buone pratiche che potrò applicare nel
mio lavoro. Penso che sarà un bene per la società fare più sforzi in questo settore.
Grazie al progetto ho avuto la possibilità di assaggiare i famosi e deliziosi cannoli
siciliani!”
Ivaylo Yabalkarov. Marito e padre, psicologo, leader di un piccolo team che lavora
con adulti, sognatore e credente, lettore e giornalista. Bulgaria

 

image2“A maggio 2018 ho partecipato al progetto” European Network for
Social Inclusion – ENSI” a Palermo. Insieme ad amici provenienti da Italia, Spagna, Romania, Bulgaria e Polonia abbiamo scambiato le best practice e le attività realizzate nei nostri paesi. Ho avuto modo di conoscere molte nuove tecniche e metodi che supportano l’inclusione sociale che, come animatore sociale, ho inserito nella mia attività. Mi è piaciuta la promozione dello scambio di buone pratiche nel
campo dell’istruzione non formale con particolare attenzione alle persone che si
trovano in una situazione sociale e culturale svantaggiata. Oltre alle conoscenze
teoriche, per me è stato molto importante imparare praticamente le attività che si
svolgono nelle organizzazioni di Palermo come “Centro Internazionale delle Culture
UBUNTU”, “Il Giardino di Madre Teresa” e “S. Chiara Palermo “. Per me, la visita
presso UBUNTU, è stata molto preziosa. La formazione a Palermo è stata
organizzata molto bene. Poter scambiare le esperienze aiuta a conoscere le nostre
potenzialità”
Barbara Guzek, Animatore Sociale – Foundation Family Center. Polonia

Advertisements